Per Iniziare

Tasti standard Dinamico

All’interno del programma vengono usati numerosi tasti standard, che hanno il medesimo significato in tutte le maschere in cui si incontreranno, e di seguito vi elenchiamo i principali:

Tasto nuovo  : Tasto “Nuovo”
Salva i dati inseriti e svuota i campi. La maschera è pronta per un nuovo inserimento.

Tasto stampa : Tasto “Stampa”

Tasto uscita : Tasto “Uscita”
Permette di uscire dalla maschera visualizzata.

Tasto elimina : Tasto “Elimina”
Cancella in modo definitivo i dati visualizzati sulla maschera.

Tasto ricerca: Tasto “Ricerca”
Accede alla maschera di ricerca (attivabile anche con il tasto F3).

Azioni preliminari all’utilizzo del programma

Prima di partire con l’utilizzo a pieno regime del programma esistono alcune impostazioni da definire che agevolano il normale svolgimento dell’attività.

Dal menu Strumenti – Setup Dinamico Enterprise è possibile impostare tutte le informazioni di base utili al programma, vediamo ora nello specifico di che tipo di dati si trattano.

Nella scheda “Dati azienda (1)” e “Dati azienda (2)” devono essere inseriti i dati anagrafici della propria impresa, partendo dalla ragione sociale, indirizzo, partita IVA, sino al completamento delle schede.

Nella scheda “Opzioni generali” è possibile impostare alcuni comportamenti del programma, validi per tutti gli utenti:

  • Richiedere la modifica dei prezzi standard degli articoli o riportati nei listini di acquisto e vendita ogni volta che viene effettuato un movimento di magazzino tramite gli ordini o i documenti;
  • Bloccare la possibilità di modificare i prezzi speciali durante le operazioni sopra riportate;
  • Impostare i decimali sui costi di acquisto e sui prezzi di vendita unitari (massimo decimali impostabili 6) e totali (massimo decimali impostabili 2);
  • Decidere se eseguire automaticamente la ricerca degli articoli e compilare automaticamente gli elenchi a discesa (per aumentare la velocità del gestionale in caso di azienda con numerosi articoli, consigliamo di impostare 50 o 100);
  • Decidere la gestione delle spedizioni: il programma permette di gestire i cantieri (simili alle destinazioni diverse) o una scheda anagrafica separata. Questa seconda soluzione è consigliata quando si vogliono impostare prezzi di vendita, listini o altro diversi per ogni destinazione;
  • Ridimensionare le maschere in base alla risoluzione video;
  • Impostare la tipologia del codice cliente ed il numero di caratteri che lo comporranno (nella forma 00000, questo vale 5 caratteri), del codice fornitore e del codice articolo. Nel caso in cui i codici prescelti saranno solo di tipo numerico, sarà possibile sfruttare la creazione dei codici in automatico;
  • Il numero massimo di cui giorni trascorsi dalla data di inserimento ordini (è da verificare) per creare il promemoria nella pagina iniziale: lasciando il valore = non verrà creato nessun promemoria;
  • Memorizzare i filtri utilizzati nella ricerca articoli: ogni utente manterrà la propria scelta;
  • Abilitare la gestione delle revisioni delle anagrafiche, utile nel caso in cui il cliente o il fornitore cambi solo la Ragione sociale ma non le altre informazioni.

Nella scheda “Imposta modelli e impost. Email” è possibile:

  • Specificare la cartella che contiene i file dei report personalizzati;
  • Selezionare o rimuovere lo sfondo del programma: il tipo di immagini supportate sono bmp, jpg, pcx e png. (verifica questa informazione);
  • Inserire i parametri utili per poi gestire l’invio automatico di documenti tramite mail;
  • Selezionare il percorso ove risiederanno le immagini degli articoli.

La scheda “Proprietà estese articoli” permette di inserire alcuni campi con informazioni non previste nelle schede articolo: questi campi potranno essere gestiti nella scheda articolo e nelle stampe (verificare questa informazione). Ogni campo può essere configurato come campo Stringa (normale testo), numero intero (senza decimali), frazione (mi devi spiegare come fai), valuta o data e potrà essere impostato con un numero massimo di caratteri o cifre.

Nella scheda “Ordini” si imposta il modo di evasione degli ordini cioè se vengono evasi da DDT (con tasto F4), se avviene una evasione massiva degli ordini oppure se l’evasione degli ordini non viene gestita.

E’ inoltre possibile impostare:

  • il comportamento del programma nella gestione del pagamento inserito nell’ordine e la configurazione dell’ultimo tipo di ordine utilizzato (valido per ogni singolo utente);
  • la causale di magazzino da utilizzare nel momento della rimessa ordine fornitore;
  • il metodo di calcolo dei prezzi inseriti nell’ordine fornitore.

Nella scheda “Documenti” si impostano il codice Iva e il conto sul quale registrare recuperi spese per quanto riguarda oneri per bolli, trasporto e incasso: per quest’ultimo si può decidere anche se accorparne le spese solamente nella prima fattura del mese del cliente. Inoltre c’è la possibilità di specificare l’articolo che sarà utilizzato per la gestione gli acconti (spiegata in seguito nell’apposita sezione). Nel caso in cui nelle impostazioni documenti si vorrà creare in modo automatico la copia nel formato PDF, è necessario impostare il percorso di esportazione dei file creati.

La scheda “Avvisi di magazzino” permette di decidere se Dinamico deve avvisare l’utente, al momento dell’inserimento di un ordine o un documento, quando l’articolo selezionato è:

  • sottoscorta;
  • con giacenza minore o uguale a 0;
  • disponibilità minore o uguale a 0.

Nella scheda “Contabilità e cespiti” è possibile abilitare la contabilità analitica ed impostare il tipo di autofattura, selezionandola nell’elenco dei tipi configurati. Se le autofatture INTRA o Reverse Charge sono gestite in un registro diverso dal registro IVA vendite, il campo deve essere lasciato vuoto. Se si gestiscono i cespiti aziendali, è necessario impostare le date di inizio della gestione cespiti per effettuare i relativi calcoli di ammortamento correttamente. Come ultimo valore, è importante impostare la data di inizio dell’esercizio contabile.

Nella scheda “Licenza” sono riepilogati tutti i dati della licenza d’uso del programma.

Infine “Archiviazione documentale” è un plug-in esterno di Dinamico Enterprise la cui utilità è quella di poter “agganciare”, ad un anagrafica o ad un movimento, uno o più documenti cartacei o elettronici (file già esistenti sul computer). Questo comporta un notevole risparmio di tempo in fase di consultazione dei documenti ricevuti e all’eliminazione di molti documenti dal formato cartaceo a favore del formato elettronico.

Nella scheda “Gestione blocchi” è possibile configurare il comportamento del programma nel caso in cui siano verificate le situazioni evidenziate.

Dopo aver modificato le varie impostazioni, premere il pulsante chiude la maschera e salva le modifiche per confermare ed uscire; se invece avete solo verificato le impostazioni o non volete salvare i parametri modificati, premete il pulsante pulsante per ritornare alla maschera precedente.

Un’ulteriore impostazione molto importante da effettuare è quella di decidere la competenza e le aree di accesso del programma per ogni singolo utilizzatore.

Da Strumenti – Autorizzazioni utenti possono essere configurate le autorizzazioni utente in modo tale che solo le persone autorizzate possano accedere a sezioni del programma e non ad altre; ad esempio ai membri dell’amministrazione sarà concesso l’accesso ai moduli partite e contabilità ma non al magazzino. Da questa impostazione sarà possibile definire le autorizzazioni ma anche i menù visibile per ogni utente configurato.

 

 


I commenti sono chiusi.