Aggiorna Listini

La maschera “Aggiorna listini” viene utilizzata per generare, aggiornare o duplicare listini partendo da listini già esistenti o dagli importi standard degli articoli e applicando diverse trasformazioni.

i

Nel riquadro “Origine” si seleziona la voce che il programma dovrà utilizzare come base di partenza per ottenere la formazione dei prezzi.
Può essere scelto come riferimento il costo d’acquisto (“Costo standard”), il prezzo di vendita (“Prezzo standard”) o un listino esistente.
Scegliendo la voce “Listino” si abilita il campo successivo, “Tipo listino”, dove si potrà indicare un listino specifico (F3 per la ricerca del cliente e/o del fornitore del listino personalizzato).

Si selezionano quindi gli articoli che si vogliono considerare nell’elaborazione.
E’ possibile effettuare la ricerca per intervallo di codici articolo (F3 per la ricerca), per intervallo di categoria merceologica, per fornitore/cliente abituale (F3 per la ricerca dell’anagrafica) e per marca (F3 per la ricerca).
Si noti che per impostare i filtri di ricerca è necessario preliminarmente spuntare le caselle corrispondenti.

Nel riquadro “Destinazione” si sceglie la/e voce/i da aggiornare o generare (costo d’acquisto, prezzo di vendita, listino).

In fase di creazione di un nuovo listino, selezionando nel campo “listino”  il codice creato in “Impostazioni listini” (o tasto F5, mentre il cursore si trova nel campo, per una nuova codifica), si inseriranno nel listino (configurato ma ancora privo di un contenuto), tutti i dati relativi agli articoli e ai prezzi, secondo quanto definito in questa maschera: ad esempio, in base alle scelte effettuate nel riquadro “Origine”, potranno essere aggiunti nel listino solo gli articoli appartenenti a una categoria merceologica, o acquistati da uno specifico fornitore o appartenenti a una data marca o potrà essere duplicato nel listino un listino esistente, ecc.

Nel campo “Inizio validità (fac.)” si specifica la data di inizio validità della variazione o del nuovo listino (la compilazione del campo è facoltativa; il programma propone in automatico la data di inizio validità predefinita, specificata in “Impostazioni Listini”).

NB: per il ricalcolo di un listino su se stesso, la scelta del listino di origine e del listino di destinazione dovrà ovviamente coincidere.

Nel riquadro “Trasformazione” si indicano l’operazione che si intende eseguire sull’entità d’origine per avere gli importi di destinazione (“Tipo di operazione”), il valore che modificherà quello di origine (“Importo fisso”) ed eventuali sconti fissi da applicare (“Sconti”).

Dopo aver inserito tutti i parametri necessari, si utilizza il pulsante “calcola”    per  avviare l’elaborazione.

Al termine, per verificare la correttezza dei dati inseriti/aggiornati si potranno utilizzare diverse maschere, ad esempio la maschera “Stampa listini” o “Interroga listini” o “Gestione Listini”. “Gestione Listini” permette, se necessario, la modifica dei singoli dati elaborati.

I commenti sono chiusi.