Stampa Statistiche Movimenti

La maschera “Statistiche movimenti magazzino” permette di analizzare i movimenti di magazzino secondo i criteri impostati dall’utente.

i
Le statistiche possono essere generate applicando numerosi filtri e scegliendo tra quattro tipi di stampa.

Filtri: consentono di considerare esclusivamente i dati che interessano.

Magazzino: specificare il codice del magazzino su cui sono stati effettuati i movimenti da considerare (menu a tendina per la ricerca). Il programma propone in automatico il magazzino predefinito (impostato in Magazzino – Impostazioni – Magazzini).

Causale: specificare una causale di magazzino per limitare l’analisi ai soli movimenti con la causale indicata (menu a tendina per la ricerca). Se il campo non viene compilato, il gestionale prenderà in considerazione tutte le causali.

Dal  … Al.: intervallo di date da considerare (campi obbligatori). Il programma propone in automatico il periodo che va dall’inizio dell’anno alla data corrente.

Da categoria … A categoria: indicare l’intervallo delle categorie merceologiche su cui si vuole applicare l’analisi. Verranno presi in considerazione solo i movimenti relativi agli articoli appartenenti alle categorie merceologiche dell’intervallo selezionato (menu a tendina per la ricerca della categoria). Se i campi non vengono compilati, il gestionale prenderà in considerazione tutte le categorie.

Da marca … A marca: impostare l’intervallo codici marca su cui si vuole applicare l’analisi. Verranno considerati solo i movimenti relativi agli articoli appartenenti alle marche comprese nell’intervallo selezionato (menu a tendina per la ricerca del codice marca). Se i campi non vengono compilati, il gestionale prenderà in considerazione tutte le marche.

Da articolo … Ad articolo: impostare un intervallo di codici articolo per considerare solo i movimenti relativi agli articoli compresi nell’intervallo selezionato (F3 per la ricerca dei codici articolo). Se i campi non vengono compilati, il gestionale prenderà in considerazione tutti gli articoli.

Contropartita: soggetto della movimentazione di magazzino.
Selezionare il campo desiderato: “Indifferente” (per considerare tutte le contropartite), “Clienti” (per considerare solo gli scarichi legati a documenti di vendita), “Fornitori” (per considerare solo i carichi generati da rimesse), “Magazzino” (per considerare solo i movimenti legati alla produzione).
Spuntando una delle voci “Clienti”/”Fornitori”/”Magazzino” compariranno i campi “Da codice”, “A codice” per la selezione di un intervallo specifico di codici.

Opzioni di stampa: selezionare, tra le possibilità proposte, il criterio che dovrà essere utilizzato per raggruppare i dati oggetto della statistica:

  • “Raggruppamento e subtotali per causale”, riepiloga i movimenti di magazzino raggruppati per causale.
  • “Raggruppamento e subtotali per causale e  per categoria”, riepiloga i movimenti di magazzino  raggruppati per causale e per categoria merceologica.
  • “Raggruppamento e subtotali per causale e per marca”, riepiloga i movimenti di magazzino raggruppati per causale e per marca.
  • “Stampa analitica per cliente o fornitore”, riepiloga i movimenti di magazzino suddivisi per anagrafica. Per ogni articolo movimentato, la stampa riporta le seguenti informazioni: data e numero del documento che ha generato il movimento, magazzino movimentato, u.m dell’articolo, quantità movimentata, valore unitario dell’articolo, sconti applicati, valore unitario netto, totale.

NB: il campo “Stampa analitica per cliente o fornitore” si attiva selezionando la voce “Clienti” o “Fornitori” nel riquadro “Contropartita”.

Dopo aver impostato i dati, per ottenere l’elaborato statistico si preme il tasto “stampa”  .

I commenti sono chiusi.